Che cos’è un conto (di trading) segregato ?

Che cos’è un conto (di trading) segregato ?

Al momento, molti broker offrono i loro servizi online al fine di poter entrare nei mercati principali scambiando degli strumenti finanziari. Il trading online conosce attualmente un grande successo, ed è importante tenere conto delle condizioni in cui viene effettuato, specialmente in termini di condizioni di sicurezza. Un'importante informazione è se i conti di trading sono segregati.

Definizione di conto segregato

I broker online sono delle società che mettono in contatto clienti e fornitori di liquidità. Sono quest'ultimi che valutano gli attivi. In questo caso, il broker agisce come intermediario.

Il denaro, che il trader deposita presso il broker, deve essere depositato in una banca terza, a nome della persona che ha depositato questo denaro, separatamente dagli altri clienti. In nessun caso può essere utilizzato direttamente dal broker per mantenere il suo capitale circolante, ad esempio. Il broker online è compensato dalle commissioni e commissioni che possono essere applicate ma non può utilizzare i depositi dei suoi clienti, e non ha assolutamente il diritto di utilizzare il denaro di questo conto per finanziare le sue spese operative. Il broker ha l'obbligo di separare completamente il proprio conto dal conto segregato.

Ogni broker regolamentato dispone quindi di un conto segregato, che può anche essere definito come conto separato o diviso. Questo conto bancario è destinato a ricevere i depositi dei clienti. È una sorta di "vaso comune". I fondi sono identificati dal nome dell'emettitore e associati ai rispettivi conti di trading di ciascun cliente, sia esso professionista o privato. Pertanto, i fondi appartengono ai clienti. Legalmente, inviare dei fondi a un broker online richiama in qualche modo il fare un bonifico a se stessi, poiché l'emettitore rimane il proprietario dei fondi.

La protezione del conto segregato

Se domani un broker fallisce, la società deve depositare i suoi bilanci, e tutti i soldi a suo nome vengono utilizzati per pagare i fornitori, eventuali scoperti, ecc. Ma le somme depositate dai trader possono essere recuperate perché sono a nome dei clienti e quindi indipendenti dai conti della società.

Per riassumere, un conto segregato è separato dall'azienda e non è soggetto ai problemi operativi del broker.

Allo stesso modo, il conto segregato consente anche di combattere le frodi come lo schema Ponzi, che consiste nel pagare gli interessi a nuovi clienti utilizzando il denaro disponibile in cassa appartenente agli ex clienti. Nel caso di conti non segregati, questo tipo di manipolazione è molto più facile da realizzare.

Un obbligo legale in Italia

La CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) vieta categoricamente l'uso da parte dei broker dei conti cliente non segregati. I broker sono oggetto di audit regolari, per verificare che la segregazione dei conti sia rispettata e non riprodurre il caso del fallimento di Alpari ad esempio :

A gennaio 2015, il broker Alpari UK è fallito. Come broker forex regolamentato nel Regno Unito, Alpari era tenuto a separare i depositi dei clienti in un conto segregato ma non ha rispettato tale requisito. Gli ex clienti Alpari devono affrontano una procedura lunga e laboriosa con il liquidatore di Alpari per poter recuperare i propri fondi, senza alcuna certezza di poter recuperare tutto il loro capitale.

È quindi essenziale informarsi bene sul broker scelto prima di iniziare a fare trading online e verificare che tutti gli standard che garantiscono la sicurezza dei fondi siano rispettati.

Ultimo aggiornamento il 05/10/18

Continuare questa discussione sul forum