Che cos’è il CAC 40 (Borsa di Parigi) ?

La Bourse de Paris

Illustrazione: Borsa di Parigi

Che cos’è il CAC 40 (Borsa di Parigi) ?

Il CAC 40 è il principale indice azionario della Borsa di Parigi. E 'stato creato nel 1987 ed è entrato in vigore nel 1988, con 1000 punti base. Questo indice azionario è composto dai 40 valori di società francesi che rappresentano l'insieme di tutti i settori di attività. E' la società Euronext che ne assicura la quotazione.

Origine del nome

CAC è l’acronimo di « Cotation Assistée en Continu », Quotazione Assistita in Continuo, In effetti, il suo valore varia continuamente tutti i giorni lavorativi dalle 9:00alle 17:30. Il CAC viene aggiornato ogni 30 secondi.

40 perché è composto da 40 valori tra le 100 prime capitalizzazioni francesi.

Utilità del CAC 40

L'evoluzione del CAC 40 è il riflesso della tendenza generale delle prestazioni delle grandi società francesi sui mercati finanziari. E' perciò l'indice azionario più seguito della piazza di Parigi. Una diminuzione del CAC 40 è interpretata come una diminuzione della salute dell'economia francese. E' perciò uno degli indici essenziali per i mercati, che viene tenuto sotto osservazione anche a livello internazionale.

Selezione delle imprese del CAC 40

Diverse volte l'anno, il Consiglio Scientifico degli Indici (CSI) si riunisce in relazione ai membri del CAC 40. Il Consiglio è composto da esperti indipendenti. Il volume delle transazioni sul titolo dell'impresa e la rappresentatività dei settori sono due dei criteri di selezione. Può essere deciso il ritiro di un valore dell'indice e la sua sostituzione con un altro. A tal fine, possono essere citate molte ragioni, come ad esempio la caduta della capitalizzazione di mercato o addirittura la mancanza di liquidità dell'impresa. Fin dalla sua creazione, sono stati rinnovate più di tre quarti delle imprese dell'indice CAC 40.

Questo consiglio si riunisce anche in caso di operazioni finanziarie straordinarie, come per esempio la fusione di due società.

Ci sono spesso notevoli variazioni nei prezzi delle azioni delle società che entrano o escono dal CAC 40. In effetti, numerosi gestori degli indici riassegnano in questo caso i loro attivi per riflettere la nuova composizione dell'indice stesso. Una società che integra il CAC 40 generalmente vede progredire il prezzo delle sue azioni, e in maniera opposta lo vede scendere quando ne esce.

Un marché boursier

Illustrazione: CAC 40

Calcolo dell’indice del CAC 40

L'indice viene calcolato facendo la media ponderata per mezzo della capitalizzazione di borsa di ciascun valore. Tutti i membri del CAC 40 possono vedere sospesa la quotazione dei propri titoli per 15 minuti se varia di oltre il 10%, quindi del 5% per due volte nella stessa direzione. In questo caso, il titolo è « sospeso al rialzo » o « sospeso al ribasso ». Ogni impresa del CAC 40 pondera l'indice in funzione della quantità di titoli disponibili sul mercato. Le ponderazioni variano da una società all'altra, e ciò in funzione della capitalizzazione degli scambi che avvengono sul valore. Quando il prezzo di un titolo aumenta, allora aumenta anche il suo peso nel CAC 40.

Dal 1° dicembre 2003, così come gli altri indici mondiali più importanti, il CAC 40 tiene conto della capitalizzazione di mercato delle società, ma anche del flottante, vale a dire la parte disponibile sul mercato.

Sin dalla sua creazione, il CAC 40 ha raggiunto il suo più alto 4 settembre 2000 a 6944,77 punti, risultato della bolla speculativa sui valori delle telecomunicazioni media e tecnologia, e il suo più basso il 29 gennaio 1988 a 893,80 punti.

Le prestazioni annuali del CAC 40 da molti anni si sono avvicinate a quelle del Dow Jones. Infatti, i principali mercati azionari sono ormai sempre più dipendenti l'uno dall'altro.

Ultimo aggiornamento il 17/01/17

Continuare questa discussione sul forum