Le Bande Di Bollinger

Tra i molti indicatori tecnici noti, le bande di Bollinger sono molto apprezzate da un buon numero di trader. Sono state introdotte dall'analista finanziario americano John Bollinger. Esse forniscono delle preziose informazioni sul mercato e sui prezzi attuali e passati.

Cosa sono le bande di Bollinger?

Bollinger1

Si tratta di un indicatore di volatilità che permette di avere una visione precisa del nervosismo del mercato e, soprattutto, di identificare le zone di ingresso e di uscita per un trader.

Concretamente, si tratta di una media mobile semplice (in un dato periodo, di solito 20) più o meno due deviazioni-tipo (o "standard deviation" in inglese), rappresentate da due bande situate sopra e sotto media. una deviazione standard è semplicemente una misura matematica di volatilità. Una deviazione-tipo elevata significa che i prezzi si muovono con forza e si discostano dalla media.

In teoria, secondo i dati statistici della legge normale, il 95,4% dei prezzi di mercato si dovrebbe trovare tra le bande superiori ed inferiori, il che corrisponde alla media mobile più o meno due deviazioni-tipo. Capiamo quindi che i restanti 4,6% sono molto rari e che la norma vuole che questi prezzi ritornino rapidamente tra le bande.

Come utilizzare le bande di Bollinger?

Come tutti gli indicatori tecnici, è possibile utilizzarli in molti modi.

Partendo dal principio che circa il 95% dei prezzi di mercato dovrebbe trovarsi tra le due bande esterne, la prima strategia consiste nel:

comprare il mercato quando i prezzi sono al di sotto (al di fuori) della busta bassa;

vendere il mercato quando i prezzi sono al di sopra (al di fuori) della busta alta.

Bollinger2

In effetti, i momenti in cui i prezzi escono dalle bande corrispondono a delle situazioni di mercato estreme, ad elevata volatilità: i prezzi superano quindi le bande superiori o inferiori. La probabilità che questi prezzi ritornino tra le bande è quindi molto forte.

Un altro utilizzo delle bande consiste nell'individuare i momenti di calma prima della tempesta. In effetti, quando il mercato si muove solo debolmente, questo si tradurrà in un restringimento delle bande di Bollinger, dal momento che le deviazioni-tipo superiori ed inferiori che rappresentano la volatilità saranno deboli. Spesso questo tipo di situazione si verifica quando il mercato è in attesa di notizie, dati economici o annunci connessi con l'attivo in questione. Quando quest'ultima viene rivelata, la volatilità riprende, e le bande si allargano all'istante. Delle bande molto ristrette sono quindi il segno di un imminente aumento della volatilità. 

Bollinger3

Limiti   

Le bande di Bollinger sono visivamente molto interessanti, ma, come sempre, non si deve cadere in trappola quando li si utilizzano.

Quando i prezzi raggiungono o superano una delle bande esterne, non necessariamente rimbalzano. Essi possono continuare a scivolare verso l'alto o verso il basso lungo la banda. Questo potrebbe richiedere del tempo. Quindi, occorre fare molta attenzione alla strategia, che consiste nel comprare al limite inferiore e vendere al limite superiore, anche se ciò accade spesso.

Bollinger4

D'altra parte, bande reagiscono rapidamente ai movimenti di mercato perché il loro calcolo è direttamente collegato al prezzo. Pertanto, gli obiettivi ingresso o di uscita che un trader si da possono cambiare in tempo reale, a meno che il periodo di tempo studiato sia relativamente grande (mensile, annuale).

Infine, il calcolo delle bande di Bollinger si basa sulla teoria statistica, quella della legge detta "normale" per semplificare e modellare il mercato. Tuttavia, ciò non corrisponde alla realtà. Ogni mercato è unico, ogni attivo è diverso nella ripartizione dei suoi movimenti di prezzo. Nessuno è tanto liscio o perfetto tanto quanto la legge normale. Pertanto, secondo il mercato studiato, dei prezzi al di fuori dei limiti superiori o inferiori non sono necessariamente un segnale di situazioni anomale.

Ultimo aggiornamento il 28/12/16

Continuare questa discussione sul forum