Metodo Di Fibonacci – Tecniche e Strategie Per il Trading Online

Méthode de Fibonacci

Illustrazione: Leonardo Fibonacci

L'indicatore tecnico dei ritracciamenti di Fibonacci non è il più facile da usare, ma per molti è essenziale e la base di tutte le previsioni dei movimenti di mercato. Il nome dello strumento deriva dal matematico italiano Leonardo di Pisa (XIII secolo), noto anche con il nome di Leonardo Fibonacci. 

Le origini

Quest'uomo ha messo in risalto una peculiarità di una sequenza di numeri che porta il suo nome : la serie di Fibonacci. Questa viene costruita a partire dai numeri 0 e 1, quindi ogni numero successivo è calcolato sommando i due numeri precedenti.
Ciò dà come risultato : 0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144… e così via.

La peculiarità di questa serie è che il rapporto di due numeri successivi tende ad una costante, chiamata il numero d’oro, uguale a 1,618. La parte decimale da 61,8%.
Esempio : 55/89 = 89/144 = 0,618

Dal medesimo dividendo possono essere estratti altri rapporti, dividendo due numeri separati da :

- due posti : 21/55 = 55/144 = 0,382 = 38,2%
- tre posti : 13/55 = 34/144 = 0,236 = 23,6% 

Queste tre percentuali sono utilizzate per i ritracciamenti e gli obiettivi di Fibonacci. Infatti, in natura si trovano ovunque (galassie, montagne, conchiglie, piante, corpo umano ...) delle manifestazioni di queste proporzioni "perfette" legate al numero d'oro. Allo stesso modo, l'essere umano lo utilizza in settori come la pittura, la musica o l'architettura. I mercati finanziari non fanno eccezione alla regola.

Come utilizzarlo ?

Dopo un forte movimento di mercato, quando si calma o risale, si osserva spesso un rimbalzo a livello di uno dei rapporti di Fibonacci. Allo stesso modo, quando il mercato in cui si è verificato il rimbalzo riprende poi la sua tendenza di fondo, il mercato tende a raggiungere nuovamente un livello commisurato con i rapporti di Fibonacci. A partire da questi livelli si creano quindi sia dei supporti che delle resistenze.

L'esempio seguente mostra un calo dei prezzi nella coppia EUR/USD di 1,6045-a 1,3975. Quando il mercato risale, raggiunge la zona corrispondente al 61,8% del movimento precedente. Rimbalza e poi continua la sua discesa per raggiungere quasi perfettamente la zona di estensione al 61,8% oltre il movimento iniziale. E' quasi magico. Si tratta di casualità? In questo esempio, il mercato è rimbalzato più volte su questo supporto prima di risalire direttamente fino a toccare nuovamente e quasi perfettamente il livello di ritracciamento a 61.8%. 

fibonacci

Al contrario, quando si verifica una tendenza rialzista, si cercherà di acquistare al livello di ritracciamento di Fibonacci quando i prezzi scendono. Inoltre, quando il mercato sarà rimbalzato, un obiettivo adeguato sarebbe quello di un 161,8% al di sopra del punto più alto.

Si trovano degli esempi di questo tipo su qualsiasi mercato, su qualsiasi orizzonte temporale. La maggior parte delle piattaforme o software di trading offrono questo indicatore con i vari livelli già inclusi. Basta trovare e collegare i punti di partenza e di arrivo (spesso più in alto e più in basso), che costituiscono il 100% del movimento, e quindi i ritracciamenti e le estensioni si fanno in relazione a questi punti.

Spesso viene aggiunto un altro livello, quello del 50%. Questa percentuale non ha nulla a che vedere con Fibonacci, ma si constata frequentemente che è un buon livello al quale si verificano dei cambiamenti, viene quindi aggiunto nell’indicatore di Fibonacci.

Vantaggi e inconvenienti

Queste percentuali sono note a tutti gli operatori e analisti tecnici. Quindi, se tutti agiscono contemporaneamente si questi livelli, ciò rafforza la validità di questo metodo ed è anche per questo che funziona.

Tuttavia, i rapporti di Fibonacci non sono una formula magica che funziona ogni volta. Innanzitutto, costituiscono delle zone e non dei livelli non molto precisi, anche se funzionano in generale bene. Per degli stop-loss, per esempio, è meglio non posizionarli esattamente a questi livelli, bensì piuttosto è meglio lasciare un margine.

D'altra parte, per confermare gli obiettivi o le inversioni, è preferibile combinare questo metodo con altri indicatori. Questo consentirà di rafforzare i segnali e aumentare le sue possibilità di successo. 

Ultimo aggiornamento il 28/12/16

Continuare questa discussione sul forum