Che cosa sono le ICOs ?

Che cosa sono le ICOs ?

Che cosa sono le ICOs ?

Il termine ICOs appartiene al mondo della blockchain e delle criptovalute. Una ICO, è una "initial coin offering", ossia l’equivalente di una raccolta di fondi in criptovaluta.

Funzionamento delle ICOs

Con l'ICO, i giovani imprenditori non devono più aspettare mesi prima di poter ottenere il "go" di un fondo di investimento. Con il sistema delle ICOs, un'azienda emette dei tokens (o gettoni) su una piattaforma dedicata. I token che sono emessi consentiranno al titolare di ricevere una parte dei benefici generati dall'azienda, come ad esempio un dividendo con un'azione.

Nella pratica, quando un progetto viene depositato sulla piattaforma, l'azienda lo promuove presso la comunità. Gli investitori che sono interessati inviano della critovaluta, soprattutto degli ether o bitcoin, in cambio di tokens. I settori che hanno realizzato la raccolta maggiore per mezzo delle ICO nel 2017 sono nello specifico le infrastrutture e le reti informatiche, il trading e l'investimento, finanza, l'archiviazione di dati, i pagamenti, la salute e infine i giochi.

Il successo delle ICOs

È un fenomeno che ha rapidamente assunto una sviluppo molto importante. Quindi, dall'inizio dell'anno, gli imprenditori della blockchain hanno raccolto 327 milioni di dollari tramite le ICO, contro i 295 milioni di dollari proveniente dalle VC (venture companies), secondo uno studio di Coindesk.

E per gli osservatori, questo è solo l'inizio.

"Questa pratica si sta sviluppando. Ogni settimana in tutto il mondo vengono organizzate circa una o due ICO. E gli importi diventano molto importanti"

osserva Simon Polrot, avvocato e fondatore del sito Ethereum Fr

In termini di cifre, l'indice « CCI 30 » che raggruppa i le principale valute crittografiche (Bitcoin, Bitcoin cash, Ether…) e i tokens (Steem, Augur, TenX...) ha il suo valore moltiplicarsi per più di 10 questo anno. Dal 2016, questo indice è stato moltiplicato per 30, e l'infatuazione rimane ancora molto forte. I tokens pesano per 7,5 miliardi di dollari, ossia circa il 5 % del mercato delle criptovalute, che resta dominato dal bitcoin (56 % del totale).

Un mercato accessibile a tutti

I fondi per le ICO vengono raccolti su Internet, quindi chiunque vi può partecipare.

All'apertura dell'ICO, tutti possono investire allo stesso tempo. Quanto più efficace è la comunicazione attorno all'ICO, più rapidamente la quantità ricercata viene raggiunta. La durata e l'importo della raccolta di fondi vengono decisi prima del lancio e non possono essere modificati in corso d'opera. Quando viene raggiunto l'importo, i pagamenti seguenti vengono automaticamente rifiutati.

Tuttavia, è sempre possibile acquistare dei token dopo la raccolta dei fondi. Infatti, i tokens possono sbarcare su delle piazze di mercato molto rapidamente dopo la raccolta dei fondi. Alcuni investitori li rivenderanno molto più a caro prezzo rispetto a quanto li hanno acquistati, adottando una strategia puramente speculativa. Ma alcuni investitori vogliono anche partecipare allo sviluppo dei progetti che pensano rivoluzionari.

Una volatilità che interessa gli investitori

Sulla rete Ethereum, il « Token Report » stimava quest'estate quasi 40.000 investitori attivi sui gettoni. La volatilità di questi prodotti ha attirato investitori. Quest'ultimi acquistano degli Ethers o dei Bitcoins per ottenere i gettoni che le aziende emettono durante le loro ICO, e ciò va a beneficio delle due principali valute. 

Le precauzioni da prendere con le ICOS

Ma naturalmente, l'ICO non ha solo dei vantaggi. Non esiste infatti alcuna garanzia per gli investitori: è molto difficile verificare la pertinenza e la qualità di un progetto che ancora non esiste. Inoltre, a differenza di una borsa tradizionale, nessun organo di vigilanza si occupa della regolamentazione del mercato.

Un altro importante punto debole è la volatilità dei prezzi delle criptovalute. È legato a una forte speculazione che può far aumentare o abbassare i loro prezzi molto rapidamente. Ad esempio, tra gennaio e ottobre 2017, il valore del bitcoin è stato moltiplicato per più di 5 fino a rompere la barra dei 6.000 dollari. Ma a volte le quotazioni del bitcoin e dell'etere conoscono dei tonfi. Recentemente, nel settembre del 2017, le criptovalute hanno perso il 20% del loro valore in un giorno. Lo stesso accade per una ICO, che può quindi perdere molto del suo valore in pochi secondi. In Francia, lo statuto di una ICO non è definito dalla legge. Non può essere sottoposta al diritto finanziario perché si tratta di uno scambio, non di una vendita, di gettoni contro criptovalute, che non sono esse stesse riconosciute giuridicamente come valute. Per il momento, le raccolte di fondi vengono prevalentemente organizzate da fondazioni in Svizzera e l'Autorità finanziaria svizzera accompagna questi progetti e si assicura che essi rispettino i regolamenti. 

Ultimo aggiornamento il 29/11/17

Continuare questa discussione sul forum