Cos’è L'analisi Tecnica?

analyse technique

Illustrazione: l’analisi tecnica

Analisi tecnica 

Assieme all’analisi fondamentale, l'analisi tecnica è uno dei due modi principali per studiare i mercati. L'analisi tecnica è totalmente slegata dai fondamenti dell'uno o dell'altro mercato, dall'offerta e dalla domanda o dalle situazioni politiche. Si tratta infatti dell'osservazione delle quotazioni di borsa, presenti e passate. Questo tipo di studio è basato sulla convinzione che il comportamento passato del mercato (e quindi degli investitori) si riproporrà nel futuro.

Vantaggi e inconvenienti

Il vantaggio principale dell'analisi tecnica è la sua relativa facilità di comprensione e di applicazione. Infatti, si applica a tutti i mercati, dal momento in cui si conosce lo storico dei prezzi e si può quindi disegnare un grafico. Questo spiega il motivo per cui la maggior parte dei trader privati l'utilizzano: non c'è bisogno di essere un esperto e di fare lunghi studi per applicare questi metodi. Possono essere utilizzati sul forex, le azioni, le materie prime, ecc. 

Un altro vantaggio è che i prezzi di mercato normalmente contengono al loro interno tutto ciò che è possibile conoscere sul mercato: il prezzo di mercato riflette lo stato attuale dell'offerta e della domanda. Si sente spesso dire che "il mercato ha sempre ragione". Infatti, se tutte le analisi fondamentali mostrano che il mercato dovrebbe scendere mentre invece sta salendo, è meglio seguire la tendenza (acquistare) piuttosto che andarci contro. Perciò, cercare di seguire e tenere in considerazione le statistiche economiche quotidiane è inutile, basta semplicemente analizzare le quotazioni di borsa e non contraddirle.

Il principale inconveniente di questo tipo di analisi è che si basa solamente sui prezzi passati. Nonostante sia interessante per conoscere l'evoluzione dello storico dei prezzi, ciò non ci fornisce alcuna informazione su quello che accadrà. Inoltre, non vi è alcuna garanzia che i grafici e o altri indicatori funzioneranno sempre e si ripeteranno in eterno: ci sono sempre delle eccezioni e dei comportamenti anomali che trarranno in inganno tutti i trader tecnici. 

Figure grafiche

Una gran parte dell'analisi tecnica si basa sulle figure grafiche o tabelle. Il principio è quello di studiare visivamente un grafico e di annotare l'inizio o la formazione di una figura classica e familiare al fine di trovare dei punti di ingresso e di uscita. Ecco alcune delle figure più utilizzate:

 supporti e resistenze

canale ascendente e discendente

triangoli rialzisti e ribassisti

head & shoulders (testa e spalle)

Candele giapponesi

Esistono diversi tipi di rappresentazione dei prezzo di un mercato. Le candele giapponesi sono uno di questi. Un istogramma fornisce immediatamente e visivamente, in un determinato lasso di tempo (orario, giornaliero, settimanale ...), i livelli di apertura, di chiusura, il massimo e il minimo. L'analisi delle candele permette a volte di prevedere i movimenti futuri probabili, e, quindi, di determinare i punti di ingresso e di uscita.

Indicatori tecnici

Esistono moltissimi indicatori tecnici, ogni persona può crearsene uno da sé. Alcuni sono più conosciuti ed utilizzati di altri. Eccone alcuni:

 RSI : Relative Strength Index

Bande di Bollinger

Mezzi mobili

Fibonacci

ATR : Average True Range

MACD : Moving Average Convergence Divergence

Aggiungono delle informazioni precise, e che non sono disponibili semplicemente guardando un grafico. Tuttavia, si basano tutti sui prezzi passati, per trovare eventualmente dei punti di entrata e di uscita con aree di ipercomprato o supervenduto, quantificare i movimenti di mercato quali la volatilità, oppure trovare degli obiettivi di guadagno o di stop-loss.

Associazione degli indicatori

Tutti questi indicatori e figure possono essere usati da soli, indipendentemente gli uni dagli altri. In generale, è interessante combinarne alcuni per confermare le ipotesi. Se diversi metodi danno lo stesso segnale, la probabilità che questo scenario si realizzi sarà maggiore. Al contrario, se gli indicatori conducono a dei segnali opposti, è preferibile non prendere alcuna posizione.

D'altra parte, è preferibile non utilizzarne neanche troppi: oltre tre o quattro, non ha molto interesse, perché, qualunque cosa accada, si basano tutti sugli stessi dati.

Inoltre, è opportuno associare figura grafica con indicatore tecnico, piuttosto che due indicatori tecnici. Così si avranno due aspetti diversi che ci consentiranno di analizzare un mercato.

Infine, l'associazione dei prezzi di mercato e di un indicatore può aiutare a identificare le divergenze, che sono un segno di inversione delle tendenze imminente. Per esempio, se si osserva un Top superiore al precedente in termini di prezzi di mercato, mentre l'indicatore ha un Top inferiore rispetto al precedente, si può dedurre che il mercato sta rallentando e che la tendenza invertirà.

Trova i Migliori Brokeraggio Online di Forex

Ultimo aggiornamento il 28/12/16

Continuare questa discussione sul forum