Migliori broker in Italia: Come scegliere ?

Migliori broker in Italia: Come scegliere ?

Che cos’è un broker?

Un intermediario, o broker in inglese, è un intermediario che permette ai trader di accedere ai mercati finanziari. I broker si remunerano in particolare su queste transazioni con i trader, indipendentemente dal tipo di scambio, acquisto o vendita e qualunque sia il risultato del trader. Anche se il trader perde, il broker guadagna la sua commissione indipendentemente dal risultato del trader.

Esistono numerosi broker e diventa presto abbastanza difficile scegliere tra così tante possibilità. Ma tutti i broker non sono uguali: infatti, l'accesso rapido e fluido al mercato è essenziale per un trader, nonché la piattaforma di trading e i servizi associati. 

È quindi importante informarsi bene prima di lanciarsi con un broker, e fare la propria scelta in relazione a diversi criteri.

Criteri da ricordare

Uno dei primi elementi da verificare è il regolamento.

Il broker è autorizzato ad esercitare la sua attività? In caso affermativo, dove è regolamentato? Da chi?

Ciò è essenziale, perché in caso di problemi la vostra protezione e le possibilità di ricorso dipendono da queste autorità di regolamentazione. In Italia, questo organismo è la Consob, Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. Tuttavia, tutti i broker in Italia non sono obbligati ad essere approvati dalla Consob. Le organizzazioni possono essere nel Regno Unito, in Svizzera o in altri paesi limitrofi.

Anche i servizi forniti dal broker sono essenziali per il comfort e il successo di un trader. Ciò passa in particolare per il servizio clienti, vale a dire la loro disponibilità e la loro reattività. Alcune situazioni richiedono delle azioni molto rapide, da cui l'importanza di soluzioni adeguate. 

Tutto ciò che riguarda i depositi e le prelievi di denaro richiede anche una particolare vigilanza. 

È necessario conoscere in anticipo i mezzi di pagamento e il processo di prelievo del vostro denaro.

Spesso è più facile depositare denaro che ritirarlo. Questo punto è fondamentale per evitare spiacevoli sorprese quando arriva il momento. Inoltre, è importante prendere nota del deposito minimo richiesto per aprire un conto di trading. Se questo importo minimo è ad esempio 1000 € e la vostra capacità è di 500 €, non c'è bisogno di attardarsi presso questo broker.

Questo deposito minimo è spesso legato alla leva disponibile presso il broker. La leva permette di scommettere più del capitale che avete a disposizione. Non è insolito avere accesso a delle leve x100, x200 o più. Come regola generale, più alta è la leva, tanto minore è il capitale iniziale richiesto. Occorre tuttavia fare attenzione nell'utilizzo di questo strumento che può essere pericoloso e causare perdite pesanti.

Un altro elemento importante è ovviamente la piattaforma di trading del broker e le condizioni di mercato associate. Parliamo qui, ad esempio, di spread fissi o fluttuanti, delle loro dimensioni, degli swap overnight (possibilità di mantenere le posizioni aperte da un giorno all'altro) ... Spesso è interessante testare le piattaforme in modalità virtuale prima di lanciarsi nel reale, per verificare quale vi soddisfa di più. Tuttavia, le condizioni di mercato sono per lo più diverse nel reale che nel virtuale. D'altra parte, è saggio verificare che queste piattaforme siano accessibili tramite il vostro cellulare, in modo da poter fare trading liberamente da qualsiasi luogo.

Inoltre, i prodotti accessibili su queste piattaforme possono variare a seconda del broker. Assicuratevi quindi che i mercati ai quali volete accedere siano presenti presso questo broker.

Quali sono i prodotti ed attività proposti dal broker ?

I mercati accessibili stanno diventando sempre più numerosi e differiscono secondo i vari broker. In primo luogo, troviamo diversi tipi di prodotti come i CFD o futures. Quindi le classi di attività possono essere varie: borsa (azioni, ETF, indici, obbligazioni ...), forex (coppie di valute), materie prime (energia, metalli, prodotti agricoli ...), opzioni, criptovalute... La scelta è vasta.

Tuttavia,  sarebbe un errore quello di pensare di aver bisogno di scambiare tutti questi prodotti. Ogni mercato è diverso e specifico. È quindi pertanto più opportuno concentrarsi solo su alcuni prodotti in funzione dei propri desideri e competenze, piuttosto che voler accedere a tutti i prodotti. 

Ultimo aggiornamento il 29/08/17

Commenti (0)

Scrivere un commento