Come stabilire la propria strategia di trading forex ?

Come stabilire la propria strategia di trading forex ?

Come tutte le classi di attività, il forex o il trading di monete richiede di avere una strategia preventiva per avere le migliori possibilità dalla nostra parte. Un trading senza una strategia è destinato a fallire. Ci sono molti fattori coinvolti nel trading forex, ed è importante conoscerli per prendere le decisioni giuste. Come fare allora per stabilire una strategia ottimale?

Prima di tutto, è importante avere a mente che il mercato del forex è diverso dalla maggior parte altre classi di attività, perché gli strumenti scambiati sono delle coppie di valute. In altre parole, si acquista o si vende una valuta contro un'altra. Il trader è necessariamente lungo (acquisto) di una valuta e corto (vendita) di un’altra contemporaneamente. Il trader forex ha infatti due posizioni opposte simultanee. Quando si acquista la coppia EUR / USD, si acquista l'euro e si vende il dollaro. Quindi, occorre fare attenzione a tutti i fattori che influenzano l'una e l'altra valuta.

Corto, medio o a lungo termine

Un punto importante da considerare è l'orizzonte temporale. Il tipo di trading influenzerà ovviamente la strategia adottata. Lo scalping, il day-trading o lo swing trading sono tutti orizzonti che implicano delle strategie diverse. Infatti, queste varieranno in funzione della durata della detenzione delle posizioni: minuti, ore, giorni, mesi, anni ... Per esempio, l'analisi tecnica, come i grafici e gli indicatori, vengono spesso utilizzati per il trading a breve termine. Tuttavia, sul lungo termine l'analisi fondamentale può essere più appropriata.

Economia e politica mondiale

Nel forex, le nozioni economiche e politiche globali definiscono notevolmente i movimenti di mercato. Come regola generale, ci si interessa particolarmente alle politiche monetarie delle banche centrali che determinano i tassi di interesse, che esse stesse influenzano le monete nazionali. Una strategia forex può benissimo essere basata su questi tassi. Spesso un paese la cui economia è fiorente vedrà l'apprezzamento della sua moneta. Così, la forza di una moneta riflette la salute dell'economia associata. Al contrario, un governo può anche influenzare la propria moneta in modo arbitrario. Alcuni paesi, ad esempio, decidono di svalutare la loro moneta intenzionalmente. 

Gli indicatori economici svolgono un ruolo chiave nel mercato del forex. Esistono dei calendario di pubblicazione di questi indicatori, che consentono di conoscere esattamente il momento in cui l'informazione è pubblicata. Così, un trader può usare questo tipo di elementi per stabilire la propria strategia di trading forex. Prenderà delle posizioni prima o dopo le pubblicazioni, per sfruttare la volatilità elevata, o semplicemente aspetterà giustamente una nuova per fare una scelta strategica fondamentale.

Inoltre, le decisioni politiche possono causare forti movimenti sulle valute, come ad esempio il calo della sterlina britannica (GBP), dopo il voto sulla Brexit. Ci sono molti casi in cui tali eventi influenzano fortemente i mercati.

Le materie prime 

L'economia è ovunque, anche nelle materie prime. Alcuni paesi hanno grandi risorse naturali e sono esportatrici di queste. Ci interessiamo quindi qui alle monete, dalle quali i paesi dipendono fortemente dalle esportazioni di alcune materie prime come fonte di reddito. Si può citare ad esempio il Canada (CAD, dollaro canadese) e la Russia (RUB, rublo) peri il petrolio e l'Australia (AUD, dollaro australiano) per l'oro. Quando il prezzo di tali attività sale, i profitti dei paesi esportatori aumentano e la loro economia si comporta ancora meglio. La valuta nazionale si rinforza quindi in maniera correlata.

Il trading dorex è complesso, ed esiste una moltitudine di strategie e combinazioni possibili. Gli elementi esposti permettono di avvicinarsi a questo mercato con serenità, e di formarsi una solida strategia.

Trova i Migliori Brokeraggio Online di Forex

Ultimo aggiornamento il 07/03/17

Continuare questa discussione sul forum