Si può scambiare l’oro grazie agli ETF e ai Trackers?

Si può scambiare l’oro grazie agli ETF e ai Trackers?

Perché l’oro?

L'oro, spesso considerato come un bene rifugio, permette in effetti di proteggersi in tempi di crisi, di depressione, o globalmente in tempi di incertezza. Pertanto, qualsiasi investitore dovrà possederne una certa quantità in un modo o nell'altro e usarlo come protezione. Il più semplice è quello di acquistare dei lingotti d'oro e metterli in un luogo sicuro e assicurato, nella cassaforte di una banca, per esempio. Questo non è naturalmente l'unico modo di esporsi al prezzo dell'oro.

Trading dell’oro

In primo luogo, è possibile scambiare l'oro grazie a prodotti finanziari di tipo CFD (Contratti Per differenza) che replicano il prezzo dell'oro. D'altra parte, è possibile utilizzare degli ETC o Exchange-Traded Commodities. Questi prodotti replicano la performance del prezzo dell'oro dei contratti a termine, opppure possedendo fisicamente l'oro. Solo che questa non è sempre una scelta appropriata per i trader o gli investitori. Questi fanno spesso ricorso agli ETF, noti anche come tracker.

Acquistare delle parti di ETF oro è un ottimo modo per beneficiare della volatilità del mercato dei metalli preziosi, senza essere direttamente coinvolti nel trading di materie prime.

Un ETF, ossia un Exchange-Traded Funds, replica un indice o un paniere di azioni. Nel caso di un ETF oro, esso raggruppa delle azioni legate all'oro, tipicamente delle miniere d'oro. Questi ETF replicano ni qualche modo le variazioni del prezzo dell'oro. Si parla di azioni miniere aurifere. Queste sono delle aziende di esplorazione, produzione e vendita di oro. I profitti di queste società sono direttamente connessi con il prezzo dell'oro: se il prezzo dell'oro aumenta, aumentano il prezzo delle loro proprie azioni. Così, possedendo un ETF oro di questo tipo, un investitore è indirettamente esposto all'oro. Questo gli permette di approfittare delle variazioni del prezzo dell'oro, senza dover possedere fisicamente l'attivo. 

Tuttavia, alcuni di questi tracker sono assistiti in tutto o in parte da uno stock di oro fisico. Occorre, per quanto possibile, privilegiare quest'ultimo perché siano direttamente legati al prezzo dell'oro. Inoltre, questi ETF sono molto più sensibili alle variazioni di oro e quindi replicano in maniera più affidabile il prezzo dell'oro. Gli ETF legati alle azioni delle miniere d'oro hanno spesso uno spostamento, e man mano si allontanano sempre di più dal prezzo dell'oro fisico. Occorre quindi fare attenzione alla natura degli ETF o tracker che si acquistano.

Tra gli ETF oro noti che sono addossati a dell'oro fisico possiamo citare l'SPDR Gold Shares ETF o l'iShares Gold Trust ETF. Tra gli ETF legati a delle compagnie minerarie d'oro, il più noto è senza dubbio il Market Vectors Gold Miners ETF, che comprende una cinquantina di aziende

Lungo, molto lungo o short

Tutti gli ETF sopra elencati non utilizzano alcuna leva finanziaria e sono fatti per beneficiare dell'aumento del prezzo del solo oro (se l'oro perde, gli investitori perdono soldi). Esistono dei prodotti dello stesso tipo ma che permettono di utilizzare la leva e anche di beneficiare della caduta del prezzo dell'oro. Si possono citare in queste categorie ad esempio le VelocityShares 3x Long Gold ETN (effetto leva) o VelocityShares 3x Inverse Gold ETN (scommessa sul calo d'oro).

Punti d’attenzione

Un punto significativo da prendere in considerazione è il fatto che possedere degli ETF di questo tipo ha un costo: l'investitore paga l'azienda che produce l'ETF e che detiene l'oro. In generale, il costo è dallo 0,25% allo 0,50% a seconda dell'ETF. D'altra parte, a causa di questo costo aggiuntivo, la prestazione dell'ETF sarà sempre inferiore al prezzo dell'oro fisico.

Inoltre, l'attenzione deve essere dedicata alla consistenza dell'ETF: più l'ETF sarà «grande», tanto più sarà liquido. Ciò è importante al fine di avere dei buoni prezzi di acquisto e di vendita e non finire bloccati nelle proprie posizioni.

Trova i Migliori Brokeraggio Online di ETF

Ultimo aggiornamento il 21/03/17

Continuare questa discussione sul forum